Sanità

Cos’è il metodo Eptamed

Paola Ronchi No Comments

Il metodo Eptamed ideato dal dentista di Cesena titolare dello studio Dentarmoniaè un metodo naturale per l’equilibrio delle funzioni alterate della bocca che porta ad una armonizzazione delle arcate dentali. I benefici sono tangibili in tutto il corpo, in quanto migliorano tutta l’estetica, nello specifico:

  • migliora la respirazione nasale
  • armonizza la fonazione
  • migliora la deglutizione
  • riequilibra le arcate dentali
  • allenta le tensioni muscolari
  • 100% tecnologia italiana

Il metodo Eptamed si basa su tecnologie che sono state create anche per facilitare la salute dei pazienti: masticazione e deglutizione, respirazione nasale, armonia del viso, diminuzione dei dolori articolari, armonia posturale e psico-fisica. Read More

Ortodonzia linguale: cos’è?

Paola Ronchi No Comments

L’ortodonzia linguale permette di correggere i denti disallineati attraverso un apparecchio fisso invisibile che viene incollato sulla faccia linguale dei denti. Il lavoro di questo “correttore” risulta essere il medesimo dell’apparecchio ortodontico fisso convenzionale, ovvero, che viene incollato sulla faccia esterna dei denti.

Il controllo ed il movimento dei denti, risulta totale e completo, essendo invisibile nessuno si può accorgere della sua presenza.

Il grande merito dell’ ortodonzia invisibile linguale è quello che nessuno può accorgersi del trattamento ortodontico. Il paziente può serenamente proseguire il proprio normale stile di vita e può indossare l’apparecchio nell’assoluta discrezione.

Con l’ortodonzia invisibile è possibile ottenere denti ben allineati. C’è poi un altro aspetto molto importante, ed è che si può continuare a sorridere serenamente, senza l’imbarazzo, per alcuni, di dove mostrare l’ingombro estetico di un apparecchio ortodontico convenzionale e piastrine metalliche.

L’ortodonzia invisibile linguale è rivolta a tutti coloro che sono in buono stato di salute di denti e gengive. Inoltre l’apparecchio linguale si presta a soluzioni personalizzate a seconda che il paziente sia un adolescente o un adulto. Read More

I pannoloni per anziani sono detraibili?

Paola Ronchi No Comments

La spesa per l’acquisto di pannoloni per incontinenti è detraibile ed è da includersi tra le spese mediche (paragrafo 2 della circolare 17/E del 2006). I pannoloni, infatti, sono mezzi ausiliari di un organo carente o menomato nella sua funzionalità (Dm 332 del 27/8/1999 emanato dal ministero della Sanità).

Cosa occorre fare per potere usufruire dello sconto di imposta?

Ai fini dell’individuazione delle spese sanitarie, la circolare n. 25 del 6 febbraio 1997 ha chiarito che, per quanto riguarda le spese sanitarie per le quali può risultare dubbio l’inquadramento in una delle tipologie elencate nell’art. 15, comma 1, lettera c), del TUIR, occorre fare riferimento ai provvedimenti del Ministero della sanità che contengono l’elenco delle specialità farmaceutiche, delle protesi e delle prestazioni specialistiche. Il D.M. n. 332 del 27 agosto 1999, emanato dal Ministero della sanità, elenca, nell’allegato 1 (nomenclatore tariffario delle protesi), tra le prestazioni di assistenza protesica, erogabili nell’ambito del servizio sanitario nazionale, gli ausili per incontinenti, compresi i pannoloni. Ne consegue che le spese sostenute per i predetti mezzi di ausilio rientrano tra quelle per le quali spetta la detrazione ai sensi dell’art. 15, comma 1, lettera c), del TUIR.

Per potere usufruire dello sconto di imposta occorre essere in possesso dello scontrino fiscale emesso dal rivenditore, che deve contenere oltre alla  descrizione del prodotto acquistato, anche la prescrizione del medico. C’è poi un’altra possibilità, ed è quella di presentare una dichiarazione sostitutiva dell’atto di notorietà, che attesti la necessità per la quale è stato acquistato l’ausilio, direttamente agli uffici. Read More